Iniziativa di S. S. Sakya Trizin di soccorso per il Nepal

Aiutiamo e sosteniamo le vittime del terremoto in Nepal e regioni dell’Himalaya con le nostre preghiere, azioni e donazioni. Essi hanno bisogno di ogni aiuto possibile.

Con l’assistenza di Sua Santità Sakya Trizin, il Sakya Dolma Phodrang composto dai monaci, monache e laici si sono riuniti per prestare la loro opera di aiuto sul posto.
Per saperne di più

Prossimo insegnamento con Ven. Lama Tashi Sangpo Amipa

4 - 6 Settembre: INIZIAZIONE E INSEGNAMENTO SULLE 21 TARE
Tara incarna il principio delle attività di compassione che consentono di apportare beneficio agli altri. Tara è un Essere Illuminato ed è quindi libera di manifestarsi in ogni forma adatta alle esigenze di ogni essere. Secondo la tradizione tibetana, Tara, può manifestarsi in 21 forme diverse. Tara è chiamata la Veloce Liberatrice o anche Tara la Salvatrice perché coloro che la invocano ottengono rapidamente il suo aiuto. SIETE GENTILMENTE PREGATI DI ASSISTERE ALL'INTERA SESSIONE.

Attività settimanali agosto 2015

   
 
Durante il periodo estivo
le nostre attività settimanali sono sospese:
dal 1 al 31 agosto 2015,
riprendiamo martedì 1 settembre.
 
Vi auguriamo belle vacanze!

Omaggio al Guru

Il 14 aprile 2014 alle ore 11:04 il nostro amatissimo Guru ha lasciato il suo corpo ma non la sua capacità di trasmettere il Santo Dharma in modo puro e continuo.

Nella sua abitazione privata a Rikon si sono svolte le pratiche che lo accompagnano in questo viaggio e dove la sua preziosa presenza era palpabile sia di giorno che di notte.

In accordo con la tradizione tibetana, per sette settimane, sono state eseguite preghiere e rituali di buon auspicio per il nostro Guru a Rikon, nei suoi centri e in tanti monasteri. 



Egli ha dedicato interamente la sua esistenza alla pratica del Dharma ottenendo il più alto livello di istruzione nell'università monastica a Sakya. E' stato scelto dal Dalai Lama per venire in Svizzera negli anni sessanta a sostegno della prima comunità tibetana in esilio. Ma non si è fermato solo a questo, ha fondato diversi Centri Dharma in diverse nazioni europee dove ha condiviso, con i suoi discepoli, la sua esperienza spirituale caratterizzata da un grande amore compassionevole e saggezza.


Il suo esempio di vero praticante di Dharma ci ha insegnato che una fede profonda trascende l'impermanenza dei fenomeni e che sono i discepoli a far rinascere i Maestri tramite la loro devozione e pratica sincera in accordo agli insegnamenti ricevuti.

Egli ci ha donato tutto quello che aveva e indicato chiaramente il sentiero da percorrere. Seguendo le sue istruzioni, sicuramente, si raggiunge la meta, il posto dove non vi è più separazione nè rammarico per ciò che si ritiene di aver perso.

Egli non ci ha lasciato, si è solo modificato, temporaneamente, il suo modo di insegnare. Ogni volta che compiamo un'azione virtuosa Lui è con noi, ogni volta che il nostro sorriso è colmo di amore stiamo praticando i Suoi insegnamenti, ogni volta che sappiamo prendere la giusta decisione, abbiamo compreso il Dharma.

Il discepolo che vive in armonia con se stesso non è mai solo.